HOME

CENNI BIOGRAFICI

OPERE

PARLAMI DI TE

STAMPA - RECENSIONI

EVENTI

ANTOLOGIE

VIDEO

AUDIO

LINK

DOVE ACQUISTARE

CONTATTI


PARLAMI DI TE

Nunzio Granato & Angela Cacciotti
Poesia e Pittura si incontrano

"Mostra itinerante"



La Porta del Parco
San Felice Circeo (LT)

21 - 27 Luglio 2014








photo gallery (foto di Mauro Granato)






Forte Sangallo
Nettuno (RM)

15 - 20 Luglio 2014






photo gallery (foto di Mauro Granato)







Maggio Sermonetano 2014
Chiesa di San Michele Arcangelo - Sermoneta

11 - 25 Maggio 2014
Inaugurazione Domenica 11 Maggio 2014 ore 11.30







photo gallery (foto di Mauro Granato)






Spazio Comel Latina

27 Dicembre 2013 – 29 Dicembre 2013 (Prorogata fino al 06 Gennaio 2014)

Vernissage venerdì 27 dicembre alle ore 18.
Presentazione a cura di Luigi Ferdinando Giannini, reading di Elisabetta Femiano.





photo gallery (foto di Mauro Granato)










_____________________________________________________



Presentazione

 

"Parlami di te" è un momento magico, un punto d'incontro in cui la poesia di Nunzio Granato si è ritrovata in un quadro di Angela Cacciotti. Da qui è nato qualcosa di bellissimo: si è cominciata a creare tra le due forme di arte una sorta di comunicazione che è voluta andare oltre, parlando al pubblico. Nunzio di fronte ad un quadro di Angela ha inaspettatamente colto i contenuti espressivi di una  sua poesia, una rappresentazione e una raffigurazione che ha dato ulteriore senso allo scritto, al pensiero, alle parole. Ecco quindi  che ha preso le mosse "Parlami di te", questo modo incessante di chiedere, di comunicare, per poter trovare un riscontro che avviene solo quando ci si può parlare. Nunzio Granato ed Angela Cacciotti si sono messi alla prova facendo dialogare poesia e pittura, creando un perfetto connubio originalissimo e estremamente coinvolgente, perché sorto da spontanea affinità. La "sfida" prende le mosse a partire da cinque tematiche: Comunicazione, Amore, Passione, Spiritualità, Tempo. Gli artisti hanno fatto in modo che, a lavoro ultimato, le opere pittoriche e poetiche realizzate potessero trovare un luogo di  incontro e dialogo e, cosa più bella, che potessero rendersi partecipi di un dialogo allargato: ognuno di noi è invitato, spronato a riflettere su quello che è il contenuto del messaggio visivo e della poesia per poter misurare sé stesso in relazione a cinque temi così importanti e fondamentali per tutti noi. È ciò che merita particolarmente di essere apprezzato e che qualifica questa mostra.

Gli elementi pittorici di Angela Cacciotti sono contraddistinti da uno stile chiaro, diretto, che attinge ad un repertorio di oggetti e situazioni immediatamente riconoscibili. Alcuni elementi sono declinati con evidenza, imponendosi alla vista e all'animo dello spettatore quasi a voler suscitare interrogativi o, semplicemente, spunti di riflessione.  A tal proposito fortemente simbolico e significativo è il riproporsi del tema della "scacchiera" che troviamo, differentemente ripreso, nei vari dipinti. Questo motivo intrigante trova momento conclusivo in un'installazione composta da una reale scacchiera sopra la quale vi sono elementi in alluminio e bottiglie, ognuna delle quali sembra andare verso infinite direzioni. Ed è in ogni bottiglia un messaggio nel quale ognuno potrà immaginare sia lui indicata la via adatta da intraprendere, consigli utili per orientarsi nell'infinita scacchiera del mondo esistente. Nei dipinti di Angela Cacciotti assoluta normalità e inaspettata stravaganza trovano perfetto equilibrio, e la pittura è pensata per esaltare le possibilità d'interpretazione offerte dal realismo: siamo catturati da sguardi che non incontrano i nostri, che non si lasciano del tutto decifrare, avvolgendo il personaggio in un'aura di mistero ed enigmaticità.

Le poesie di Nunzio Granato ci conducono in un viaggio nel quale la vita è colta attraverso le sue diverse sfaccettature con la linearità dello scorrere del tempo, una sensibilità e un sentimento che affiorano all'ascolto e alla lettura. Versi profondi che coinvolgono a tal punto da divenire "portale" di collegamento tramite il quale il pubblico è introdotto in una dimensione altra, speciale, in cui i personaggi di Angela prendono vita e gli spettatori stessi si ritrovano partecipi dei medesimi sentimenti e sensazioni vissute dai protagonisti.

Per concludere, infine, l'evocativo ricordo di una breve frase di Simonide di Ceo, poeta greco del V secolo A.C.: " La pittura è poesia muta, la poesia è pittura parlata"; entrambe, nel segno che le contraddistingue, in "Parlami di te" sono espressioni del bello.

Luigi Ferdinando Giannini

 

_____________________________________________________ 



Concept

Parlami di te: una mostra che si propone come un viaggio interiore e che si snoda attraverso cinque tematiche: Comunicazione, Amore, Passione, Spiritualità, Tempo.
Dieci dipinti e dieci installazioni con testi poetici, liberamente comunicanti tra di loro. Nunzio Granato e Angela Cacciotti, ovvero Poesia e Pittura, si incontrano, sviluppando in forma autonoma, con opere pittoriche e testi poetici, due linguaggi che, conservando la loro indipendenza creativa, danno vita al Concept percorrendo strade interiori con elegante e passionale visceralità.
Possiamo ammirare con quale naturalità e semplicità, la forza di questa sinergia sia il fulcro della mostra, dove i Simboli dei singoli artisti si congiungono in una sorta di danza magica che tende all'infinito, divenendo incontro, passione, musicalità.
Il testo che dà il titolo alla mostra, Parlami di te, nasce come un desiderio profondo di condivisione con chi, dinanzi a noi, offre un mondo da scoprire con la propria bellezza e i propri demoni; si può intendere, nei versi di Nunzio Granato la volontà di comunicazione con ampio respiro che si incontra con l'eleganza e l'intensità dei dipinti di  Angela Cacciotti in un connubio di sensibilità.
Un percorso artistico cadenzato da ritmi e passioni intense, musicali, delicate, oniriche.  Un viaggio che porta lontano, ma sempre dentro di noi, all'interno delle nostre anime, lande così vicine e altrettanto sconosciute, per questo motivo così affascinanti.

Cinzia Volpe



_____________________________________________________



Comunicazione






"Medusa" di Angela Cacciotti – anno 2011




Parlami di te

Parlami di te,
non ti stancare mai,
in silenzio ascolterò,
raccontami il tuo mondo,

di te voglio capire
il demone che freme
nei labirinti oscuri
dell'animo profondo,

da te voglio sapere
i cieli e gli orizzonti,
la libertà che sogni
cercando l'infinito,

negli occhi la tua storia,
le tue parole in aria,
non ti stancare mai,
parlami di te.

Nunzio Granato



_____________________________________________________



Amore




"Omnia Tempus Habent" di Angela Cacciotti – anno 2013



L'amore che nasce

L'amore che nasce
è fiore tra le pietre,
radici nell'amaro,
virgulto esposto al gelo.

L'amore che nasce
irrompe nel deserto,
dimentica il suo ghiaccio,
ristora nel dolore.

L'amore che nasce
non conosce la sua età,
immemore del tempo
ogni istante il suo presente.

L'amore che nasce
rinasce ogni momento
non sapendo che
abbraccia il suo futuro.

Nunzio Granato




L'amore che piange

L'amore che piange
piange sorridendo
nelle segrete stanze
del cuore silenzioso.

L'amore che piange
guarda ad occidente
dove dimora il sogno
all'ombra dei tramonti.

L'amore che piange
abbraccia il vento freddo
che porta via il presente
all'orizzonte che non vede.

L'amore che piange
piange nel silenzio
la sua lingua sconosciuta
all'ombra dei tramonti.

Nunzio Granato



L'amore che sogna

L'amore che sogna
sogna azzurri ed infiniti,
estasi e sospiri
sulle più alte vette.

L'amore che sogna
vola solitario
spiegando le sue ali
nel conforto della notte.

L'amore che sogna
corre nella pioggia
incurante di tempeste,
le sue nuvole come il sole.

L'amore che sogna
é tutt'uno col sospiro,
si nutre del suo sogno
azzurro ed infinito.

Nunzio Granato



L'amore che canta

L'amore che canta
si prende tutto il tempo,
il ritmo del batticuore,
la melodia delle interiora.

L'amore che canta
ti svela i suoi segreti
e in un segreto scrigno
conserva i tuoi tesori.

L'amore che canta
non ha più misteri,
canta lo spartito
della sua profonda essenza.

L'amore che canta
si prende tutto il tempo,
tempo rubato
all'infelicità.

Nunzio Granato



_____________________________________________________



Passione




"Carpe Diem" di Angela Cacciotti anno 2011



La Baccante

Abbagliante
e chiaroscuro,
ammaliante
e mai profano,
l'amore itinerante,

penetrante
e rosso scuro,
resinosa
quintessenza,
l'amore d'un istante,

tagliente sulla carne
con mani di farfalla,
accecante
il suo profumo,
l'amore poi sfuggente,

ditirambi
e canti senza fine,
immagine pagana,
un attimo e mai più,
l'amore di Baccante.

Nunzio Granato



_____________________________________________________



Spiritualità






"La voce del silenzio" di Angela Cacciotti – anno 2012



Impronte

Respiro il vento,
respiro il sogno,
cerco
lo sguardo più vero,
la tenebra sopra,
la tenebra intorno,

vedo
laddove è buio,
cammino nei campi,
cammino nell'aria,
ascolto
musica non ancor suonata,

impronte sulla terra,
impronte nel cielo,
seguo
il solco d'antichi maestri,
respiro il sogno,
respiro il silenzio.

Nunzio Granato



_____________________________________________________



Tempo






"Le Tre Età – I" di Angela Cacciotti – anno 2013



Sibilla

Nel sottobosco dei ricordi
vaga il mio pensiero
a carpir la luce
d'un raggio solitario.

Tu, Sibilla,
essenza oracolare
accompagni il mio cammino
fuori dai meandri.

Nel silenzio dei rimpianti
struggo il mio pensiero
a cercar la voce
che m'indichi il futuro.

E tu, Sibilla,
prendi la mia mano,
leggi nei miei occhi,
raccontami la vita.

Nunzio Granato

 



"Le Tre Età – II" di Angela Cacciotti – anno 2013



Lacrime di cristallo

Denso d'inverni
ed estati smarrite
sfuma nel nulla
il tempo ormai vuoto.

Lacrime di cristallo
scendono lente,
di gelide notti
testimoni eterne.

Dietro di loro
sull'arida guancia
indelebili solchi
d'amari ricordi.

Dentro di loro
sterili canti,
silenzi assordanti
d'amori perduti.

Nunzio Granato



"Le Tre età – III" di Angela Cacciotti – anno 2013



Siamo

Siamo
La corteccia degli alberi
Lo stormire tra le fronde
Le radici 
Nell'umido profondo
Siamo
I riverberi di Sole
Brucianti ed assoluti
Siamo
Il battito e il respiro
La pioggia sulla pelle 
Il fango sotto le unghie
Dei piedi e delle mani
Siamo
Il nulla della polvere
I silenzi prosciuganti
Siamo
Le onde dell'ossigeno
Il mare sulla pelle
Il soffio gelido
Che sferza senza tregua
Siamo
Il rincorrersi nel cielo
Di nuvole e di lune
Siamo 
I fiumi sottotraccia
Le pulsioni primordiali
Lo scorrere del vino
Delle passioni e della carne
Siamo
Il ghiaccio di gennaio
L'impeto d'aprile
Le messi di settembre
Il pianto di novembre
Siamo
Primavere e tenebre
Arcobaleni e lacrime
Siamo
Il vociare di bambini
La sapienza contadina
I semi che piantiamo
Le tracce che lasciamo

Nunzio Granato

 

 

 


Torna su